Menu

Articoli correlati

Indietro agli Ultimi Articoli

E-commerce e bot: Facebook Messenger come strumento di marketing

Nei primi anni 2000 Messenger (MSN) era una creatura Windows, una live chat fatta di trilli ed emoticon animate dal dubbio gusto estetico. Oggi ha ceduto il nome a un’applicazione. Facebook Messenger con l’antenata condivide solo (parte) del titolo e la finalità di permettere comunicazioni in tempo reale. Ma se ti dicessi che oltre all’estetica delle emoticon l’evoluzione del Web ha interessato anche le vendite e che anche una chat potrebbe essere un tuo grande alleato?

Con Google una buona SEO non richiede superpoteri

L’indicizzazione su Google non richiede lo sforzo di lettura dei fondi di tè che molti credono, né il tempo passato a cercare scappatoie per ingannare il motore di ricerca. Richiede in primis la conoscenza del meccanismo secondo cui Google opera e in secondo luogo, non per ordine d’importanza, la necessità di puntare in una precisa direzione: quella di massima qualità del contenuto nei confronti dell’utente.

WhatsApp marketing e business: dove si incontrano queste realtà?

Hai mai pensato di includere WhatsApp nella tua strategia di marketing o nella gestione del tuo business? Se ti stai chiedendo perché dovresti farlo, questa "carta d'identità" ti verrà in soccorso!


WhatsApp marketing e business: dove si...

Nell’epoca in cui il tempo costituisce la valuta più forte, nessun servizio è apprezzato dai clienti quanto l’efficienza e la rapidità di risposta.

Nella scala delle priorità del consumatore, un’assistenza che garantisca un grosso risparmio di tempo rispetto all’imbarcarsi in interminabili telefonate è un fiore all’occhiello. Una caratteristica che va al di là di qualsiasi valore misurabile. Tra l’altro, l’ottimizzazione fa anche il bene del tuo business: minori sono le risorse impiegate in queste attività, minori saranno i costi tecnici.

Il WhatsApp marketing può portare alla crescita esponenziale del valore percepito verso il business che lo propone. Questo è uno dei motivi per cui ha visto crescere nel tempo la propria importanza.

Se non conosci questa modalità di promozione e di interazione con il cliente, ti interesserà leggerne la “carta d’identità” riportata in questo articolo!

Vuoi sapere come introdurre una strategia di WhatsApp Marketing nella tua realtà?
Approfondisci con il Tecnico di Eniweb.
Scopri di più!

Whatsapp marketing: Cosa

Quando si promuove un’azienda bisogna sfruttare tutti i canali disponibili.
I terreni più battuti sono senz’altro quello dei social, da Instagram a Facebook Messenger, e quella sconfinata distesa che è il Web, attraverso siti studiati ad hoc e landing page.

Uno strumento che non sempre viene considerato quando si parla di strategie promozionali è WhatsApp.
Ma perché un’applicazione fondamentale nella vita di tutti i giorni non riveste un ruolo di importanza anche nella crescita di un business? Sembra un controsenso.  E infatti, lo è. Curioso di scoprire tutti i possibili impieghi del WhatsApp marketing?

  • Gestione servizio clienti
    Come già spiegato nell’introduzione, la possibilità di interfacciarsi con un rappresentante dell’azienda, farlo in tempo reale e riuscire (almeno si spera) a risolvere un problema ha un valore incalcolabile per qualsiasi utente.
    L’applicazione può quindi essere sfruttata per fornire un servizio personalizzato ai consumatori che abbiano esigenza di confrontarsi con il produttore su questioni tecniche;
  • Promozione di eventi e iniziative
    Con una lista contatti ben fornita (attenzione alle autorizzazioni, come verrà spiegato più avanti) non c’è metodo più veloce per spargere la voce di un evento.
    Se poi si trova la modalità giusta, basti pensare alla trovata di Absolute Vodka nel lontano 2013, la partecipazione e l’interazione sono assicurate.
    Da applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp si può trasformare in strumento di social media marketing;
  • Condurre sondaggi
    Organizzando la propria lista di contatti in modo razionale, segmentandola demograficamente ad esempio, si possono condurre vari sondaggi.
    Sono mezzi molto utili che invitano all’engagement e nello stesso tempo forniscono utili spunti per la gestione di alcuni aspetti di interazione con il proprio pubblico;
  • Offrire un servizio innovativo 
    Se utilizzato sapientemente WhatsApp può divenire il mezzo con cui offri un servizio innovativo ai tuoi clienti. Qualcosa che ti distingua dai competitor e che, soprattutto se determina un risparmio di tempo per i tuoi clienti, verrà da loro percepito come un valore aggiunto.
    Pensiamo ad esempio a quanto considereremmo di valore un messaggio che ci avverta sul ritardo o la soppressione dei mezzi in tempo utile per evitare un viaggio a vuoto… o una buca a un appuntamento importante!

Per la promozione di un business tramite WhatsApp le possibilità sono molte. Se ne può sfruttare l’istantaneità per strutturare un servizio clienti. Oppure organizzare gruppi e liste per promuovere eventi e iniziative.

Vuoi sapere come introdurre una strategia di WhatsApp Marketing nella tua realtà?
Approfondisci con il Tecnico di Eniweb.
Scopri di più!

WhatsApp marketing: Come

Il paragrafo precedente illustra le possibilità offerte dal WhatsApp marketing in termini di “oggetto”, passiamo alle modalità di interazione migliori con clienti affezionati e prospects:

  • Dritti al punto
    Quando si offre un servizio o si pubblicizza una promozione, il metodo che meglio incontra le esigenze degli utilizzatori di WhatsApp è scrivere un solo messaggio, grammaticalmente corretto e chiaro nell’esprimere l’oggetto della nostra comunicazione.Niente giri di parole. Anche una struttura visiva con divisione in paragrafi ed eventuali grassetti, può essere utile. Ricorda che a ogni messaggio corrisponde una notifica sonora o una vibrazione. Da “preziosa informazione” a “grossa scocciatura” il passo è breve;
  • Velocità ed efficienza
    L’idea di WhatsApp utilizzato come canale dedicato al servizio clienti ha senso solo se i tempi di risposta sono piuttosto brevi.
    Attenzione però: non andiamo a compromettere l’utilità del testo per sopperire alle attese. Il messaggio di risposta al cliente deve contenere tutti i mezzi per risolvere il problema. No soluzione, no risultato!
  • Gestione di gruppi e liste broadcast
    Quando si ha a che fare con il WhatsApp marketing la possibilità di usufruire di gruppi è una manna dal cielo. In particolare lo è l’esistenza delle liste broadcast.
    Questi utilissimi elenchi di contatti (per un massimo di 256) permettono di inviare messaggi a diversi contatti contemporaneamente. I destinatari li visualizzeranno come in una chat 1 a 1.
    L’unico inghippo? Devono aver memorizzato in rubrica il numero del mittente;
  • Occhio alle norme
    Soprattutto quando si parla di gruppi o liste broadcast, bisogna prestare molta attenzione alla parola privacy. Sempre tenere un occhio alla norma GDPR approvata nel maggio 2018.
    Qualsiasi tipo di interazione richiede un precedente consenso al trattamento dei dati. Si deve quindi procedere alla raccolta dei contatti a cui rivolgersi tramite messaggio in modo limpido, chiarendo le finalità promozionali sottese dall’atto;
  • WhatsApp diventa business
    Anche questa applicazione ha lanciato la versione business. Su questo canale sono disponibili funzionalità aggiuntive, come la possibilità di salvare i messaggi più utilizzati per poterli reinviare e quella di impostare una risposta automatica nel caso in cui non fossimo disponibili;

Qual è il modo migliore di interagire tramite WhatsApp? Le parole d’ordine sono due: brevità e precisione.

Vuoi sapere come introdurre una strategia di WhatsApp Marketing nella tua realtà?
Approfondisci con il Tecnico di Eniweb.
Scopri di più!

WhatsApp business: Perché?

Bene, abbiamo visto quali siano i possibili impieghi di WhatsApp nel business e quali le modalità migliori di applicarli. Ma perché questo strumento dovrebbe avere tutta questa rilevanza nella pianificazione delle strategie di marketing relative al tuo business?
La risposta è semplice: basta dare un’occhiata ai numeri.

  • WhatsApp conta ben 1500 milioni di users: è un bacino (gratuito) infinitamente esteso di utenti all’interno del quale puoi sicuramente rintracciare il tuo target;
  • Il 70% degli user ne fanno un uso quotidiano su base mensile;
  • I messaggi inviati tramite WhatsApp presentano un tasso di apertura del 98%.
    Il loro CTR (Click Through Rate), ovvero il numero dei click rapportato alle visualizzazioni totali, è altissimo;
  • Il WhatsApp marketing consente di utilizzare KPI (Key Performance Indicators) ben definibili e misurabili: ci si può riferire al n° di iscrizioni, di disiscrizioni, n° di messaggi ricevuti e CTR;

Il motivo per cui dovresti includere il WhatsApp marketing nella tua strategia, te lo danno le statistiche: è un’applicazione con più di 1500 milioni di utilizzatori e con un CTR di circa il 98%.

Vuoi sapere come introdurre una strategia di WhatsApp Marketing nella tua realtà?
Approfondisci con il Tecnico di Eniweb.
Scopri di più!

Conclusioni

Anche WhatsApp ha trovato il suo posto nel marketing, accanto ai canali tradizionali e al social media managing. Ciò che lo rende un mezzo potente di promozione e interazione è la sua capillarità: con i suoi 1500 milioni di users, sicuramente tra gli iscritti conta gran parte del pubblico di qualsiasi business.

La semplicità di utilizzo e la possibilità di garantire efficienza e rapidità di risposta nell’interazione con i clienti fanno il resto. Se poi si è abbastanza fantasiosi da ideare delle campagne che si propaghino proprio attraverso l’applicazione di messaggistica istantanea, il risultato positivo è assicurato.

Il WhatsApp marketing è una pratica ancora in evoluzione, che attualmente non viene necessariamente impiegata da qualsiasi business (al contrario di mezzi come Instagram, Facebook e altri social).
Ha però un grande potenziale e, se utilizzata sulla base delle statistiche e di strategie ben studiate, può portare grandi risultati alla tua azienda.

Vuoi sapere come introdurre una strategia di WhatsApp Marketing nella tua realtà?
Approfondisci con il Tecnico di Eniweb.
Scopri di più!
Visualizza commenti (0)

Commenti

Articoli correlati

Marketing

Facebook Ad Library: sfruttala per la tua strategia di marketing!

Proprio come accade dopo una sbandata amorosa, Zuckerberg vuole dimostrare a chi gli è stato sempre fedele che sì, si può sbagliare. Ma si può anche cambiare. Negli ultimi tempi...

Pubblicato il da Irene Carraro
Marketing

Copywriting o “Cpwriting?

Quest’oggi ero un pò preso nel check di alcune campagne AdWords che non stavano performando come dovrebbero e così per rompere un po’ la monotonia, mi sono dedicato...

Pubblicato il da Irene Carraro

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a fini tecnici e di statistica. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi