CRM, una visione diversa per l’Azienda

"Prodotto", "Processo" e "Persone" sono le premesse necessarie per strutturare un CRM realmente utile alla propria realtà aziendale. Esistono varie tipologie di CRM: qual è il più adatto e produttivo per la tua realtà?


CRM, una visione diversa per l’Azienda

Il CRM, acronimo di customer relationship management, è una delle soluzione software più richieste per la gestione di impegni, compiti e parco Clienti. Applicare questa politica nella propria azienda significa mettersi in linea con le nuove ideologie, mirate all’aumento della clientela e di conseguenza del fatturato.

Le basi del CRM

I fondamentali su cui si basa ogni azienda e su cui poggia anche il CRM, sono le seguenti  “tre P”: Prodotto, Processo, Persone. Capiamo cosa significa portare queste tre caratteristiche all’interno dello sviluppo del proprio CRM.

Prodotto

Sembra scontato, eppure non è così: prima di tutto il prodotto deve essere valido e buono. Non si può offrire o proporre al Cliente e al mercato qualcosa di scadente e non funzionale. Tieni a mente il concetto “Tutto fumo, niente arrosto”.

Processo

Dopo aver messo alla base il prodotto, serve il giusto processo e il giusto piano marketing per massimizzare le vendite. Fatturato e processo sono direttamente proporzionali, migliorando quest’ultimo anche le vendite aumenteranno di conseguenza. L’aspetto interessante è che avendo un processo ottimizzato, non servirà dover alzare il prezzo del nostro prodotto, ma anzi, potrà essere fruibile ad un pubblico più ampio e vasto aumuentando in modo esponenziale il proprio di numero di Lead e Clienti

Persone

Infine, anche se non meno importante, vanno tenute a mente le persone. I clienti sono il nucleo principale di ogni azienda e servizio, senza di loro non andiamo da nessuna parte. Per persone, però non intendiamo solo i Clienti, ma anche tutti coloro che si occupano di sviluppare il software, di progettarne la grafica o la User Interface/User Experience, e tutti coloro che costantemente contribuisco a migliorare l’ambiente di lavoro sia internamente che esternamente costruendo delle solide reti e canali di vendita o referenza.
Tieni sempre a mente, che:

I primi clienti della tua azienda sono i tuoi dipendenti!

Il computer o il telefono che utilizzi è stato pensato, creato, sviluppato, realizzato e venduto da persone. Oggi le macchine, come i robot industriali, stanno prendendo posizione, ma le persone sono e saranno sempre presenti.

Più di un solo CRM

Un buon software CRM può presentare diverse varianti in base alla sua finalità per cui è stato pensato e in base alle esigenze di chi ne promuove il progetto.

blog eniac crm

CRM Strategico

La sua finalità è dare spazio al cliente, recuperando più dati possibili sulle sue esigenze, i suoi interessi e abitudini. In questo modo si delinea un profilo sempre più chiaro e si può offrire un servizio o prodotto sempre più mirato, giocando anche d’anticipo.
Allo stesso tempo si ha anche un ottimo strumento per stabilire una relazione con i clienti più freschi e di cui si conosce ancora poco.

I risultati saranno una clientela più fedele e che sicuramente vi sceglierà anche in futuro per nuovi progetti.
Un esempio lampante sono le compagnie telefoniche che ogni mese propongono nuove promozioni per andare in contro alle richieste del mercato, dando al cliente un’offerta sempre più su misura.

CRM Operativo

Rispetto al precedente, si passa alla fase successivo del rapporto col cliente. Questo tipo di CRM viene usato per la gestione dei processi aziendali, quali il marketing e la vendita.

Il campo Marketing è strutturato in modo da poter gestire le campagne di advertisement, la classificazione dei clienti e i processi di vendita.
Una volta capiti i bisogni, le necessità e segmentati i clienti, il commerciale può contattarli avendo un appoggio e un sostegno per la propria vendita andando ad integrare e migliorare  il rapporto umano e di fiducia.

La cosa più importante non è vendere, ma garantire aiuto alla propria clientela, infatti è presente anche la parte di post-vendita e di assistenza tecnica.

CRM Analitico

Come suggerisce il nome, è stato pensato per trarre delle analisi utili per monitorare l’andamento della propria azienda. I dati ricavati dal CRM analitico saranno utili per capire dove bisogna migliorasi e quindi dove andare ad ottimizzare il proprio lavoro.

Tutto questo sarà il risultato di avere un orientamento aziendale verso la cura delle relazioni con i clienti. Si potranno anche identificare i dati riguardanti le campagne di marketing, gestite precedentemente con il CRM operativo.

CRM Collaborativo

La collaborazione è alla base di tutto, quindi perché non avere un software incentrato sulle vie di comunicazione tra cliente e azienda come e-mail, telefono e social network?

Un migliore dialogo tra gli utenti può solo che portare maggiore efficienza all’azienda.

Quando l’operatore del customer care chiamerà un cliente conoscerà già il suo background e non verrà colto impreparato, grazie alla condivisione interna dei dati.

In sostanza?

Abbiamo visto che ci sono diverse tipologie di CRM e che la base di tutti sono i nostri clienti. Adottare una politica aziendale di questo tipo e adattarci il giusto software darà una svolta positiva e concreta alla propria azienda!

Visualizza commenti (0)

Commenti

Articoli correlati

Grafica

UI/UX – Una partita a scacchi senza manuale d’uso!

Una leggenda racconta che l’inventore degli scacchi chiese al Re di Persia, come ricompensa per la sua invenzione, un chicco di grano per la prima casella della scacchiera, due...

Pubblicato il da Irene Carraro
Marketing

Funnel: cos’è e perché costruire una strategia di marketing che lo prevede

L’attenzione delle persone è destinata a diminuire. Chi si occupa di marketing infatti sa quanto sia difficile farsi ascoltare dagli utenti, e ancora di più riuscire a convertirli...

Pubblicato il da Irene Carraro