Web marketing: PMI vs Grandi Imprese

Come può una PMI tenere testa alle grandi aziende? Il web affiancato al giusto marketing planning sono le soluzioni che fanno la differenza.


Web marketing: PMI vs Grandi Imprese

Una delle grandi sfide a livello imprenditoriale delle PMI (piccole medie imprese) è quello di riuscire a distinguersi dai colossi delle multinazionali e dalle grandi imprese.

Esiste un modo semplice ed economico per farlo?

Organizzare e gestire una piccola o media impresa non è sicuramente una passeggiata. Realtà di questo tipo si scontrano con svariate problematiche come le risorse limitate sia in campo economico che a livello di manodopera, l’impossibilità di suddividere per mansioni e obiettivi il personale e quindi di gestire in maniera differenziata aspetti importanti come il marketing, le vendite, il servizio clienti e molti altri aspetti legati alla gestione aziendale stessa.

Il risultato di queste problematiche molto spesso è la pianificazione di strategie semplici e sbrigative, poco focalizzate e con obiettivi poco definiti, che in linea di massima portano a costi e investimenti privi di “ritorno” e guadagno.

Si può gestire in maniera semplice la comunicazione di una piccola media impresa (PMI)?

Uno degli strumenti che le aziende hanno a disposizione, oggi, per fare fronte ai bisogni comunicativi e di marketing è sicuramente il web. Questo ambiente digitale offre infatti la possibilità di rispondere in tempo reale ai bisogni dei clienti pur mantenendo i costi ridotti.

Il primo assioma della comunicazione di Paul Watzlawick ci spiega che “non si può non comunicare”, anche il silenzio ha potere comunicativo. In termini web però questo assioma può assumere dei significati diversi per le varie aziende. Non comunicare in questo caso sarebbe come dire “non esistere”, sottolineando quanto il web sia indispensabile e quanto poco risulteremmo reperibili senza il suo ausilio nel proporre i nostri servizi e vendere i nostri prodotti.

È molto importante quindi conoscere le potenzialità e i vantaggi che il web può portare alla nostra realtà imprenditoriale:

  • Monitorare il mercato (competitors): studiare e analizzare il panorama circostante è fondamentale per capire come muoversi e come strutturare la propria strategia di web marketing.
  • Ottenere visibilità: il sito aziendale è sicuramente una vetrina dove raccontare la propria storia, ma anche i social, ad esempio, giocano un ruolo importante nel far parlare di sé e farsi notare.
  • Raggiungere nuovi clienti: ottenendo visibilità e studiando il terreno circostante si possono far convergere le risorse in maniera mirata per raggiungere target diversi, prima irraggiungibili.
  • Costruire la propria “brand reputation”: tutti i contenuti pubblicati creano nelle menti dei consumatori un’idea che riflette l’opinione che il pubblico avrà nei propri confronti.

Gli elementi fondamentali per una strategia di web marketing efficace

Abbiamo già avuto l’occasione di parlare in precedenza di come essere efficaci nel web attraverso una strategia ben consolidata (leggi il nostro articolo precedente).

  • Per essere efficaci ed evitare una dispersione di risorse è necessario porsi degli obiettivi chiari e definiti, e sulla base di questi costruire una propria strategia.
  • È necessario scegliere i canali giusti per comunicare, non sempre essere presenti in tutte le piattaforme social è proficuo. Ogni social network ha le sue specifiche e i suoi linguaggi, oltre che un proprio target di riferimento. Ragionare su quali piattaforme siano le più adatte consente di risparmiare tempo e denaro e di concentrare le forze in un’unica direzione risultando così maggiormente efficaci.
  • Per coinvolgere ed attirare l’attenzione bisogna creare contenuti di valore, restando però fedeli alla propria “mission” e “vision”. I contenuti sono gli elementi che compongono la reputazione aziendale, argomento da non sottovalutare anche se parliamo di PMI. Se con i contenuti si riesce a coinvolgere il pubblico allora si stanno creando dei buoni presupposti per spingerli all’interazione.
  • Un aspetto più tecnico, ma non per questo meno importante, è la capacità di essere facilmente individuabili e reperibili all’interno del web. Parliamo quindi di SEO e di ranking nei motori di ricerca.

Abbiamo capito quindi che le possibilità esistono e sono molteplici: sta a noi gestirle in maniera efficace definendo la giusta strategia. È anche vero che i compiti delle piccole medie imprese non si fermano all’online, se il cliente è interessato ed è stato guidato nel percorso di comunicazione creato attraverso il web, deve poter ritrovare le stesse prestazioni quando è il momento di relazionarsi direttamente con l’azienda. Il servizio di “customer care” deve essere lo specchio esatto, se non più attento ed efficace, di quanto comunicato online.

L’aspetto più importante ed entusiasmante di tutto ciò è il fatto, per le PMI, di poter competere con realtà molto più grandi e sviluppate ed avere comunque più o meno le stesse opportunità: sono gli obiettivi chiari e la strategia mirata i veri elementi che possono fare la differenza.

Visualizza commenti (0)

Commenti

Articoli correlati

Grafica

UI/UX – Una partita a scacchi senza manuale d’uso!

Una leggenda racconta che l’inventore degli scacchi chiese al Re di Persia, come ricompensa per la sua invenzione, un chicco di grano per la prima casella della scacchiera, due...

Pubblicato il da Irene Carraro
e-commerce

Le 4P tra Marketing e Comunicazione

A volte è meglio stare in silenzio. È una cosa che sentiamo ripetere spesso, ma altrettanto spesso scegliamo di ignorare. Dopotutto, è impossibile pensare che nell’era dell’“A...

Pubblicato il da Irene Carraro