Mail professionale? Solo se vuoi distinguerti!

Eh si, hai capito bene! infinito.it diventa a pagamento, se vuoi mantenere la tua casella postale. Il dominio di una mail può voler dire molto, per esempio, ti sei mai chiesto il significato di "@" prima del dominio stesso? Diventerà uno dei tuoi migliori biglietti da vista!


Mail professionale? Solo se vuoi...

Al giorno d’oggi si ricerca sempre di più la personalizzazione degli oggetti, col fine di distinguersi dagli altri. Lo stesso meccanismo avviene nel mondo online, dove si contraddistingue chi ha un dominio e una mail unica, professionale e non generica.

Pensa inoltre a cosa è successo qualche mese fa, molti utenti che avevano le e-mail gratuite del dominio infinito.it hanno ricevuto tramite mail questo avviso:

blog eniac mail professionale dominio

Infinito.it ha deciso di eliminare il servizio di e-mail gratuita offrendo, per conservare l’operatività, un servizio a pagamento.

Ci sono molti provider che offrono servizi di e-mail gratuiti dove la casella di posta sarà nello stile nomecasella@nomeprovider.estensione, le regolamentazioni del dominio saranno fatte dal provider stesso e ci si dovrà adeguare.

Perché utilizzare un proprio dominio di posta?

Utilizzare un proprio dominio di posta serve per lasciare il segno e dare un tono professionale in più alla propria mail. Avere un indirizzo unico come nomecasella@nomeazienda.estensione da valore a te in primis perché non ti presenti col solito @gmail o @hotmail. Inoltre l’azienda verrà ricordata più spesso, infatti ogni volta che qualcuno riceverà una mail ci sarà il tuo nome o il tuo Brand!

Quali sono i vantaggi della mail professionale?

Ecco i principali vantaggi nell’avere un proprio dominio internet:

  • Servizio stabile: il nome dominio proprio crea indipendenza tra gli utenti e il provider email. Il cliente in qualsiasi momento può decidere di spostare il suo nome dominio presso un provider diverso, senza perdere il proprio dominio e le proprie caselle.
  • Professionale: il modo di comunicare, nel mondo del business e non, è molto importante e una mail aziendale legata ad un provider generico profuma molto di poca professionalità o ancor peggio di spam. Con il proprio dominio ci si assicura un indirizzo di contatto degno di fiducia individuando ruoli e funzioni.
  • Unicità: la mail con un proprio nome a dominio è unica, non devo ricorrere a cifre o sigle per differenziare da omonimi. Inoltre gli indirizzi risultano molto più facili da  ricordare, diminuendo il rischio di errori di scrittura.
  • Sicurezza: i provider gratuiti sono l’obiettivo preferito dagli hacker per la diffusione di virus tramite spam; con un dominio proprietario si riduce il rischio di tale diffusione in quanto più “sospettabile” e controllato.
  • Compromessi: molto spesso con i provider gratuiti devi accettare pubblicità e/o l’utilizzo esclusivamente tramite webmail sui siti che propongono molte distrazioni.
  • Fruibilità: al proprio dominio possiamo legare anche siti internet, e-commerce, web-app sempre legate al proprio nome su internet.

Per un dominio efficace?

La scelta del proprio dominio ed estensione va fatta tenendo conto di molti fattori e con buon senso, ecco alcuni tips:

  • Identificare il proprio nome/brand.
  • Be simple, non essere complicato o non verrai ricordato.
  • Un pizzico di fantasia per non risultare banali e scontati.
  • Dare uno sguardo al futuro per essere pronti ai cambiamenti di domani.
  • Evitare l’uso dei trattini.
  • Preferire .it e .com perché sono le principali estensioni.
Visualizza commenti (0)

Commenti

Articoli correlati

Eniac

Software ERP: la soluzione per la tua azienda

software erp Al giorno d’oggi per fronteggiare il mercato e l’elevata concorrenza, bisogna rendere la propria organizzazione il più efficace ed efficiente possibile, ottimizzare i...

Pubblicato il da Valentina Coppola
Hardware

Il Cybercrime vince il Jackpot miliardario!

Negli ultimi anni, il crimine si è spostato online dando origine al cybercrime. Quest’ultimo fenomeno è sempre più in crescita registrando aumenti del 240% rispetto a 5 anni fa e...

Pubblicato il da Davide Martinello